44 RACING TEAM

Chi siamo

44 Racing team

Nel 2005 il Team

Nel 2005 il Team affronta la prima stagione in coppa Italia, sempre con il giovanissimo “pilota meccanico” Lunadei Roberto (soprannome nato dal fatto che prima di correre lavorava in officina come meccanico). La stagione si conclude con la conquista di qualche podio per il Team, soddisfatto da un risultato notevole, specialmente per un team nuovo e privato.

44 Racing team

Nel 2006 il 44 Team

Nel 2006 il 44 Racing Team affronta l’avventura di partecipare ad importanti campionati, che includono Coppa del Mondo Stk1000 ed Europeo 600 Stk, così come i Campionati Italiani Stk 1000 e 600stk. I piloti di quell’anno sono Lunadei Roberto ed Erbacci Cristian, due giovani promesse non ancora scoperte da team professionisti. La stagione, al di là di qualche problema tecnico, finisce molto bene e con ottimi risultati, specialmente essendo un Team senza aiuti ufficiali. A settembre 2006 il Team partecipa al Mondiale SBK di Imola nella categoria Stk1000. In quella stessa occasione Carmeli decide di proporre a Gerrit di Ten Kate Racing una collaborazione, alla quale si dimostra interessato. Dopo aver discusso quali fossero le intenzioni del Team e in che categoria avrebbero corso le loro moto, e dopo aver condiviso con Gerrit la storia di 44 Racing Team e i suoi progetti per il futuro, i due managers pianificano subito quella che poi sarebbe stata una lunghissima collaborazione.

44 Racing team

Nel 2007 il Team

Nel 2007 il Team entra nella categoria Super Sport, utilizzando moto preparate da Ten Kate Racing per affrontare il campionato italiano, sempre con il pilota Lunadei Roberto: la stagione si conclude bene ancora una volta.

44 Racing team

Fino al 2010 il Team

Fino al 2010 il Team continua a conquistare podi, prime file, e a portare a termine ottime gare.
Nel corso di questi anni il Team vanta la collaborazione con molti piloti di spicco nazionale, tra cui Migno, che partecipa alla 125gp del Campionato Italiano e Fratoni Martina, unica ragazza di sempre nella categoria 125Gp Italiano.

Il 2010 segna anche il momento in cui Carmeli, appassionato di prototipi che al tempo era alla ricerca di un telaio, coinvolgendo gli olandesi incontra Gini, famoso telaista di Cattolica.
Il Team Manager acquista così il suo primo telaio e tutto il necessario alla costruzione di quella che poi sarebbe diventata la moto detentrice del Titolo Italiano Moto 2 nel 2012 con Ferruccio Lamborghini, e che ancor prima di questo avrebbe partecipato alla Wild Card Mondiale Moto 2 di Assen, con in sella il pilota attuale di WSBK Michail VDM #60.

44 Racing team

italiana 2011 Moto

Questo prototipo riceve grande supporto
nientemeno che da parte di Massimo Roccoli, che segue Carmeli in Olanda per
effettuare vari test nella pista di Assen, e al debutto della moto nell’ultima
gara italiana 2011 Moto 2 svoltasi al Mugello, dove Massimo ottiene il secondo
posto sfiorando di pochissimo il primo.

44 Racing team

L’anno di gloria del 2012

L’anno di gloria del 2012 segna anche un
momento di stop per il Team, poiché purtroppo la Moto 2 viene eliminata come categoria
nel campionato italiano.  

44 Racing team

2013 2014 e 2015 sono

2013 2014 e 2015 sono anni di riflessione, oltre che di costante collaborazione con gli olandesi. 
Con l’evento del National Trophy 2016 e di nuovo Moto 2 in categoria, il Team riprende le corse.

44 Racing team

Nel 2017 grazie a 44

Nel 2017 grazie a 44 Racing Team debutta in Italia il primo francese under 18, Xavier Navand, in categoria Moto 2. Il pilota porta al Team uno stile di guida nuovo, e molti podi e pole positions: tanto che vincere il titolo sembra cosa fatta, ma questa possibilità viene sfumata da una brutta caduta.

44 Racing team

Nell’anno 2018 Carmeli

Nell’anno 2018 Carmeli diventa vice campione italiano Moto 2.

La Vision e la Mission del Team si intrecciano: entrare in collaborazione con MRE Talent Team e promuovere giovani talenti italiani e spagnoli tra le 2 nazioni e tra i vari campionati svolti nei suddetti territori. Questo è ciò che spinge il Team a continuare, oltre che essere l’obiettivo costante di ogni suo membro. 

Scroll to Top